LEONARDO DE ANDREIS

leo

LEONARDO DE ANDREIS ORA A SANREMOYOUNG

La musica è qualcosa che ho dentro, ci sono nato, ci vivo ogni giorno, un’emozione che non so spiegare a parole e che esplode solo quando posso cantare o ascoltarla, solo quando tutto intorno si dissolve e restiamo io e Lei, quando l’universo si racchiude in quella unica, incredibile sequenza di note che mi fa tremare l’anima.

Fulvio Tomaino Band – Auditorium Parco della Musica

fulvio-band4-sold-out

FULVIO TOMAINO BAND

15 FEBBRAIO 2018 AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

FULVIO TOMAINO

Cantante corista insegnante, con circa 2300 concerti all’attivo Fulvio
Tomaino e’ considerato uno dei migliori cantanti di black music in
Europa.. negli anni collabora sul palco ed in trasmissioni televisive
RAI con innumerevoli artisti tra i quali : Fabio Concato, Valerio
Scanu, Alexia, Alex Baroni, Roberto Vecchioni, Enrico Ruggeri,
Tricarico, Ron, Umberto Tozzi, Pooh, Jose’ Feliciano, Raf, Claudio
Simonetti, Annalisa Minetti, Alex Britti, Giorgia, Luisa Corna, Jenni
B, Don Backy, Mario Biondi, Paola & Chiara, Anna Tatangelo, Simona
Bencini, Silvia Mezzanotte, Irene Grandi, Mario Biondi, Manuela Villa,
Toto Cutugno, Francesco Baccini, Audio 2, LeOrme, New Trolls, Fausto
Leali, Albano, Sergio Caputo, Drupi, Pupo, Amedeo Minghi, Riccardo
Fogli, Edoardo Vianello, Nino Buonocore, Daniele Luttazzi, Orietta
Berti, Ricchi e poveri, Milva, New trolls, Dik Dik, Cugini di campagna
e molti altri.

Aidan Zammit

Performances, composing and arranging. Associated artists include:
Mike Francis, Nicola Piovani, Claudio Baglioni, Gianni Morandi, Andrea
Bocelli, Vincenzo Cerami, Niccolò Fabi, Antonello Venditti, Il Volo,
Mystic Diversions, Lorenzo Feliciati, Bungaro, Goblin, Marco Mengoni,
Vintage Lounge Orchestra

Francesco Puglisi : BASSO

Collaborazione musicisti italiani tra cui : Enrico Pieranunzi, Massimo
Urbani, Enrico Rava, Roberto Gatto, Rita Marcotulli, Stefano Di
Battista, Javier Girotto, Danilo Rea, Tullio De Piscopo, Flavio
Boltro, Fabrizio Bosso, Gegè Telesforo Chet Baker, Bob Mintzer,Lee
Konitz, George Garzone, Steve Grossman, Rick Margitza, Carl Anderson,
Astrud Gilberto, Chaka Khan, Sara Jane Morris, Joe Diorio, Tuck &
Patty,Michael Brecker, Cassandra Wilson, Diane Schuur, Riccardo
Cocciante, Luca Barbarossa Mina, Teresa De Sio, Amy Stewart, Laura
Pausini, Tosca, Paola Turci, Patty Pravo, Lucio Dalla, Gianni Bella
,Mia Martini, Sergio Cammariere, Renzo Arbore, Fabio Concato, Ornella
Vanoni, Anna Oxa, Mango..

Luca Casagrande : CHITARRA

Collaborazioni

SUPERMAX (trasmissione Radio RAI 2), James Taylor, Dan Aykroyd,
Jackson Browne, Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Fiorella Mannoia,
Mango, Laura Pausini, Massimo Ranieri, Gigi D’alessio, Antonello
Venditti, Mario Biondi, Giorgia, Alex Britti

Luca Trolli : BATTERIA

Collaborazioni

Alex Baroni, Alex Britti, Amedeo Minghi, Andrea Bocelli, Anna Oxa,
Alessandra Amoroso, Eduardo De Crescenzo, Emma, Fabio Concato,
Il Volo, Mariella Nava, Mario Biondi, Massimo Ranieri, Patty Pravo,
Renato Zero.

Carlo Micheli : SAX

Max Giusti , Dario Ballantini, Rita Pavone, Rita Forte,Fiorella
Mannoia, Tullio De Piscopo, Fiorello etc.).
Tante le sue partecipazioni a programmi televisivi e radiofonici,
quali “Domenica in”, “Gelato al limone”, “Carnevale in corso”, “Help”,
“Colorado”, “In bocca al lupo”, “Roxy bar”, “Mezzogiorno in famiglia”,
“Viva radio 2″, ” Radio 2 Social Club”  “Stile libero Max”, “Affari
tuoi speciale per due”,”Webnotte””Il più grande spettacolo dopo il
weekend” accompagnando artisti nazionali e internazionali come
Giorgia, Elisa, Tony Bennett, Michael Buble, Tony Hadley, James Taylor
e tanti altri ancora

 

 

CORI: FRANCES ASCIONE, NICOLA GARGAGLIA, SIMONA FARRIS, SUNNY TERRANOVA

 

MARY CRISCI – “The Soul Side”

10172327_10203787291951414_1443830546_o

E` con enorme piacere che annunciamo e festeggiamo l’uscita dell’album della nostra docente MARY CRISCI!!!

“THE SOUL SIDE” nasce dall’incontro artistico di cinque musicisti che vantano importanti esperienze e collaborazioni nazionali ed internazionali(Barry White, BB King, Sting, Zucchero, Al Green , Planet Funk, JestoFunk, Alexia, Gerardina Trovato).
I quattro elementi della band:MARY CRISCI, Dario Carli, Andrea Cozzani e Vincenzo Bramanti.
Nell’album sono presenti special guests:Alessio Bianchi (trumpet) , Leonardo Corradi (hammond), Rudi Peroni (hammond),Davide L’Abbate (guitar).

Che altro dire? Grazie a Mary per questa ulteriore possibilirta` di sentire buona musica! Buon ascolto a tutti! Blues On!!!

22 MARZO 2014 – LAccademia di Ciampino presenta “Libera la Voce”

VF01

Sabato 22 Marzo nella sede de “La Voce” di Ciampino,avra` luogo il seminario di logopedia per i ragazzi dell’Accademia tenuto dal dott.FABRIZIO MASCOLO e dall’insegnante della sede LINDA VALENTE.

Un appuntamento importante e un’occasione per tutti gli studenti e i cantanti interessanti ad accrescere la conoscenza dell’uso del proprio strumento nel modo migliore. Ovviamente….siete invitati a partecipare numerosi!!!!

SIMONA FARRIS A ‘THE VOICE’!!!

maxresdefault

Anche quest’ anno un allievo de “LA VOCE” supera le blind audition del talent THE VOICE !  Simona Farris, allieva del direttore Fulvio Tomaino supera la blind audition di The Voice convincendo i giurati J AX, Raffaella Carra’ e Noemi, scegliendo di entrare nella squadra di Noemi, in bocca al lupo per questa sfida!

13 APRILE – GIORNATA DELL’ACCADEMIA ALLE SEDI DI LA SPEZIA E VIAREGGIO

13 aprile

Le sedi dell’Accademia “LA VOCE” di La Spezia e Viareggio stanno organizzando congiuntamente per la data di domenica 13 aprile una giornata interamente all’insegna della didattica e del canto: alla mattina si svolgerà presso la sede di Viareggio “Scuola di Rock” (via Calzolai angolo via Valletti, località Le Bocchette, Camaiore LU) la sessione primaverile degli esami del corso accademico; negli stessi locali si terrà nel pomeriggio una lezione collettiva speciale di approfondimento sulla tecnica base, aperta a tutti gli allievi interessati, tenuta dal direttore dell’Accademia FULVIO TOMAINO insieme all’insegnante MARY CRISCI; alla sera gli allievi e le insegnanti di entrambe le sedi si riuniranno presso il locale “Buggy” di Viareggio, in via Aurelia nord presso sotto passo stazione fs, per una serata di spettacolo e performance dal vivo in set acustico.Durante la serata verrà presentato anche il gruppo vocale degli allievi, coordinato dall’insegnante Mary Crisci, che si esibirà a maggio sul palco del Festival delle Chitarre di Sarzana.

L’IMPORTANZA DEL DIAFRAMMA NELLA GESTIONE DELLO STRESS

5_Fotolia_8594681_S

Il diaframma  è uno dei più importanti muscoli respiratori.
È una cupola muscolo-tendinea che separa la cavità toracica da quella addominale .
Ha una forma irregolare essendo più largo in senso laterale e più alto sul lato destro.
Questo muscolo è composto da una parte centrale tendinea, detta centro frenico, e da una parte muscolare che la circonda ad anello.
Durante l’inspirazione il diaframma si contrae, la sua convessità si appiattisce e la cupola si abbassa.
L’abbassamento è massimo per le pareti laterali e minimo per il centro frenico che, giunto al massimo abbassamento consentito dalla controspinta dei visceri addominali e dalle connessioni pericardiche, diventa punto fisso.
Il diaframma determina un aumento del volume toracico :
- sollevando le coste inferiori fa aumentare il diametro trasverso della parte inferiore del torace;
- innalzando le coste superiori per mezzo dello sterno fa aumentare il diametro antero-posteriore della parte superiori del torace;
- abbassandosi determina l’aumento del diametro verticale.

Muscoli sinergici (o agonisti):
Sono agonisti del diaframma tutti i muscoli inspiratori: elevatori delle coste e intercostali, sternocleidomastoideo, scaleni, grande e piccolo pettorale, dentato anteriore, gran dorsale e dentato posteriore superiore.

Muscoli antagonisti:
Sono antagonisti tutti i muscoli espiratori: sotto costali e intercostali, retto dell’addome, obliqui e trasverso dell’addome, quadrato dei lombi, dentato posteriore inferiore.

Azione:
Il diaframma è senza dubbio il più importante muscolo della respirazione. Durante l’inspirazione si contrae abbassando di conseguenza il centro frenico, elevando le coste inferiori e superiori ed aumentando quindi il diametro toracico, la pressione addominale e la lordosi lombare.

Cinematica diaframmatica durante l’atto respiratorio:
il diaframma è dotato di tre fasi cinematiche: contrazione con abbassamento del centro frenico; appoggio della parete inferiore del diaframma sugli organi interni della cavità addominale agevolata da una contrazione contemporanea del trasverso dell’addome e del pavimento pelvico; innalzamento delle coste e contrazione dei muscoli intercostali.

Ruolo posturale:
La retrazione del muscolo diaframma provoca un iperlordosi e l’innalzamento del punto lombo dorsale di inversione delle curve. Questo quadro determina di conseguenza un’ipertrofia da sovraccarico funzionale della muscolatura respiratoria accessoria ed una marcata riduzione del diametro inferiore del torace.

Il diaframma riveste un ruolo fondamentale nella respirazione sia nell’atto inspiratorio che in quello espiratorio , come regolatore del fiato.

È detto anche il muscolo della serenità in quanto sul piano emozionale riveste un ruolo importante.
Esiste un modo di dire caratteristico per definire un grosso stress emotivo :” mi è mancato il respiro”, oppure “ho ricevuto un pugno nello stomaco”, quindi gli shock emotivi, così come quelli fisici, condizionano inevitabilmente questa struttura e possono essere memorizzati dai tessuti.

A cosa serve allenare il diaframma e come lo si allena.

È auspicabile che le persone  stressate e tese sblocchino il diaframma per diminuire le tensioni muscolari.
Ecco qualche esercizio:

-AUTOMASSAGGIO DEL DIAFRAMMA: 
da decubito supino, esercitare con le proprie mani una pressione lieve e progressiva appena sotto al margine costale. In questo automassaggio del diaframma portare maggiore attenzione nella parte destra per la presenza del fegato.

-DETENSIONE DEI PILASTRI DIAFRAMMATICI: da posizione supina sistemare una pallina da tennis a livello delle vertebre lombari e cercare, con dei movimenti alto basso dentro fuori della pallina, di automassaggiare la zona.

-DETENSIONE TRAMITE ESPIRAZIONI: da posizione supina, appoggiare gli arti inferiori a una panca in modo da azzerare la curva lombare. Da questa posizione, inspirare ed espirare forzatamente, grazie alla contrazione degli addominali.

-DETENSIONE TRAMITE LAVORO PARADOSSO DEL DIAFRAMMA: da posizione supina, dopo una inspirazione cercare di espirare solo a livello toracico per gonfiare la pancia ovvero di portare il diaframma verso il basso (in posizione inspiratoria).

L’allenamento per il diaframma andrebbe fatto ogni qualvolta ci si accorge di non respirare bene, quando si è stressati o quando si ha voglia di entrare in contatto con il proprio corpo in maniera più profonda.
Il diaframma corrisponde al 3° chakra o “Chakra del Plesso Solare”. In questo Chakra nasce la spinta che porta l’individuo ad affermarsi nella vita e rispetto al mondo che lo circonda, affrontando le continue sfide dell’esistenza di ogni giorno. E’ la sede del carisma personale, della consapevolezza di essere un individuo unico al di là della semplice necessità di sopravvivere.
Uno squilibrio di questo centro può rende facili all’ira, predispone a ulcere di origine nervosa, all’incapacità di essere calmi, mentre uno squilibrio in senso opposto può causare timidezza, scarsa energia,  tendenza alla sottomissione e disturbi di digestione.

Per il cantante diventa fondamentale raggiungere un equilibrio mentale e fisico che allontani qualsiasi tipo di tensione muscolare.  Conoscere il diaframma ed avere una buona gestione della propria respirazione ci aiuta a rilassarci ed aver maggior controllo nella gestione della colonna di aria che ci aiuta nell’emissione del suono.
L’Aria è la fonte di energia del suono ed una buona coordinazione pneumo-fonica rende il cantante vocalmente agile e più espressivo e preserva la salute delle nostre corde vocali.

 

Daniela Volpe

PERCHE` “IO CANTO”?

Bambino che canta note

Ormai,in Italia,i talent show hanno preso il sopravvento,riempiendo i palinsesti televisivi di ogni tipo. Nulla in contrario,se vi fosse un reale rispetto nei confronti dello strumento voce….  Infatti,la maggior parte di questi programmi sono pieni di ‘piccoli’ talenti e per piccoli intento in giovane eta`;tutti o quasi in fase di muta delle corde vocali. Vengono sfruttati ai fini dello show business,facendoli esibire con repertori maturi,non consoni quindi alla loro eta` e maturita` vocale.  Inorridisco davanti a tali spettacoli e mi preoccupo per quei bambini che devono cantare emulando suoni di voci adulte,cantando in modo forzato e non piu` naturale ed autentico…  In tv vediamo tanti mini-Pavarotti,mini-Albano,mini-W.Houston,mini-Giorgia,mini-Beyonce che,col collo gonfio dallo sforzo e con la laringe forzatamente bassa,fanno uscire suoni distruttivi per la loro voce. Detto cio`,vorrei anche fare un appunto sull’etica in generale,che coinvolge sia i genitori che gli insegnanti di questi giovani artisti,chiedendomi dove finisce l’esibizionismo degli adulti e dove comincia il rispetto del bambino. Il bambino DEVE essere rispettato,sia per la sua voce bianca ancora in fase evolutiva che per la sua crescita emotiva e psicologica.  I falsi miti dello show businness non fanno che alimentare falsi sogni,atteggiamenti presuntuosi di giovani artisti che cominciano ad assumere vezzi da adulti,esaltando sentimenti che non fanno parte del gioco del canto,della leggerezza del bimbo e della sua trasparenza…  Il rischio e` che subentrino sentimenti di invidia,male competizione e presunzione a discapito della spontaneita` che dovrebbe contraddistinguere i bambini e che poi diventa un cimelio da riconquistare con grande fatica. Quelle voci da ‘Zecchino d’Oro’,nonostante un po’ ballerine nell’intonazione,erano pero` accattivanti per la simpatia di quei visini impauriti,impacciati ed emozionati che ci davano tanta tenerezza e allegria…  Oggi,invece,questi ‘finti adulti’ ,con le facce preoccupate al pensiero dell’esito finale della competizione,si perdono dentro le loro imitazioni con suoni forzati e finti. Ricordo ancora,con un po’ di malinconia,il giorno che mi convocarono a 7 anni a apartecipare ad un concorso canoro per bambini! Con la morte nel cuore,dovetti accettare di interpretare una canzone per adulti,rinunciando alla mia “Peppina fa il caffe`”!! Ne soffrii molto e la sera dell’esibizione,quasi per dispetto,mi ritrovai afona. In conclusione,vorrei ribadire,da insegnante di canto,che il canto ,a una certa eta`,deve rimanere un gioco prima di tutto,per poi approcciare in modo diverso al canto piu` adulto a tempo debito. Bruciare le tappe e` un po’ come non vivere dei momenti della vita e ,nel canto,puo` anche avere un prezzo alto da pagare in termini di igiene vocale. Io ho deciso di stare dalla parte del bambino e vi lascio riflettere,chiudendo questo articolo con dei passi tratti dalla lettere di una bambina….

Elsa Baldini

“Musica e` vita.Quante volte ho sentito questa frase e,piu` ci rifletto,piu` trovo che sia proprio cosi`.Anche in natura,ogni elemento che ci circonda produce,a modo suo,un suono [...] Un elenco infinito di suoni. Se a questi suoni si aggiungo delle parole,il risultato puo` essere una canzone! Il canto,la mia passione piu` grande,il mio rifugio nei momenti tristi,la mia gioia nei momenti felici. Quando canto entro in un mondo tutto mio:provo delle emozioni difficili da descrivere,ma facili da interpretare per chi mi ascolta e mi guarda. Non sono piu` io,sono quello che dice la canzone,sono dento quelle parole:insomma quando canto io sono viva. [...] Cantando voglio trasmettere emozioni,voglia di vivere,di ridere,di credere nell’amore e nell’amicizia. [...] Il canto mi riesce facile,grazie alla mia voce e alla mia intonazione naturale,ma e` anche studio,esercizio continuo,dimostrazione del mio talento,non sempre semplice a causa della mia timidezza. [...] A quanti sara` capitato di non riuscire ad esprimere un pensiero con le parole:a me succede spesso e il rimedio migliore per me e` il canto. Con affetto,Giorgia”

 

 

“La Voce,la Mente,il Cuore”

foto

“La Voce,la Mente,il Cuore” e` un testo che approfondisce i diversi aspetti del canto,dall’anatomia alla tecnica basilare,dall’aspetto artistico a quello psicologico e culturale,partendo dall’esperienza personale dell’autrice:Irene Mezzacapo. Cantante,musicista e vocal coach,ha iniziato a studiare canto e musica da giovanissima per poi specializzarsi negli anni attraverso studi continuativi e master classes con docenti di fama nazionale ed internazionale.

Per Info:    www.crossroadmusiclab.com   www.afo4.com

FRANK MCCOMB & FULVIO TOMAINO

1384924_680024595348982_960415201_n

Il Centro Vocale Ritmix di Fiano Romano (Rm) e` felice di presentare a tutti quanti questa occasione:un seminario tecnico ed esperienzale presentato da Fulvio Tomaino e Frank McComb. Nella prima parte Fulvio Tomaino, considerato uno dei cantanti di black music più talentuosi in Europa, affronterà la storiografia della musica nera dallo Spiritual del tardo 800 fino alla black music moderna passando per il Blues, il Gospel, il Soul ed il Rhytm and blues… Consigli tecnici, stilistici e di fraseggio accompagneranno ogni singolo genere musicale affrontato. Nella seconda parte Frank McComb, si interfaccerà con gli studenti tra brani eseguiti e consigli pratici sul canto. Frank McComb, artista di grande talento, considerato l’erede di Donny Hathaway ha collaborato con artisti quali Stevie Wonder, Prince, George Benson, George Duke …

Ovviamente…Vi aspettiamo numerosi!

BORSE DI STUDIO

1388581_679773548707420_1926585689_n

Splendida iniziativa delle sedi di La Spezia,Carrara e Viareggio!
Dodici ragazzi de La Voce di queste sedi,che collaborano assiduamente per la realizzazione di live e workshop,sono stati premiati con una speciale borsa di studio per l’impegno e l’amore verso la musica.
Dodici voci diverse per stile timbrica che saranno impegnate nella realizzazione di un video,con registrazione professionale in studio del coro del brano “With a Little Help from My Friends”.
Siamo felici di fare da subito i loro nomi!!
I nostri complimenti ed incoraggiamenti a Martina Galeazzi,Lorenzo Caluri,Edoardo Carmazzi,Renza Castelli,Kate Contardi,Elisa Zuppichini,Elisa Covacich,Irene Frulletti,Ronerto Ruscelli,Lisa Bigini,Marco Sofia e Gabriele Brolatti.

La Voce Open Day @Crossroads Music Lab

slider_logo
Il 24 Novembre,nella nostra sede di Piombino(Li),una giornata di canto con consigli di tecnica vocale e open stage dei partecipanti. Il Direttore dell’Accademia La Voce Fulvio Tomaino, la Direttrice della Crossroad Music Lab Irene Mezzacapo, e gli insegnanti Tiziano Sbaragli e Roberta Bellatalla saranno presenti ed a disposizione di chiunque abbia voglia di affacciarsi nell’universo del Canto Moderno, dando informazioni sul Canto e sui programmi di studio Accademia La Voce.
Sarà inoltre possibile prenotare lezioni gratuite di prova.Dalle 14.30 ci sarà la masterclass gratuita di Fulvio Tomaino e a seguire open stage e mock auditions dei
partecipanti. Ammessi uditori.
Per Info:   www.crossroadsmusiclab.com

IL CANTO LIBERO – WORKSHOP ESPERIENZIALE

Foto interna uno

-Come riconoscere ed affrontare le paure legate alla performance e sviluppare le proprie potenzialita`-

Spesso la paura del palcoscenico e` un problema che tocca anche professionisti con molti anni di attivita`.L’emozione che si trasforma in ansia “negativa” fino ad essere paura,puo` colpire tutti,senza distinzione.Solo che lo fa in modo diverso da individuo a individuo.In parte e` dovuta a fattori fisiologici e in parte ai vissuti e alla storia di ciascuno.Durante questo workshop impareremo a riconoscere le “nostre” paure e a trovare nuove strategie per sviluppare le proprie potenzialita` legate al palco e alla performance in pubblico.Il workshop avra` la durata di due giorni e prevede momenti di stucio della tecnica vocale alternati a teoria e pratica dell’esperienza emotiva legata alla paura della performance.Lavoreremo singolarmente e in gruppo.I partecipanti potranno portare un brano a loro scelta (con base su chiavetta usb o cd) sul quale sentono di avere una particolare difficolta` e che sara` la base del lavoro.Conducono Irene Mezzacapo,cantante e vocal coach e la Dott.ssa Helga Martorella,psicologa-psicoterapeuta.

 

Irene Mezzacapo – Cantante e vocal coach da oltre 10 anni.Diplomata col metodo La Voce – Voice Academy di Fulvio Tomaino,da sempre si occupa di ricerca vocale.Pubblica nel 2013 il testo “La Voce,la Mente,il Cuore” (Ed.Tap). Negli anni si perfeziona con i piu` importanti nomi della didattica internazionale:Jo Estill,Paola Folli,Donna McElroy,Dennis Montgomery,Albert Hera,Danila Satragno,Diego Caravano. E` stata docente del corso di canto presso la scuola Ladybird Project – Cherubini di Roma,la City Music di Lucca,l’Officina della Musica di Portoferaio,la Crossroad Music Lab di Piombino. E` la voce solista degli AFO4,band con la quale ha all’attivo numerosi progetti discografici.

Helga Martorella – Psicologa,psicoterapeuta e dottore di ricerca in psicologia sociale. Si occupa di formazione aziendale e di coaching da oltre 10 anni. Ha insegnato psicologia dei gruppi all’Universita` di Cagliari. Parallelamente all’attivita` professionale si interessa del canto,soprattutto corale. Canta nel coro Caravan of Love diretto da Diego Caravano ed e` membro ufficiale dell’Italian Gospel Choir.

 

A presto vi comunicheremo le date e le location esatte di questo interessante workshop esperienziale.

Per info:    irenemezzacapo@virgilio.it

CENTRO VOCALE RITMIX – INCONTRI DI LOGOPEDIA

sorriso-logopedia

Il Centro Vocale Ritmix di Fiano Romano (Rm) ripropone i suoi incontri di logopedia in collaborazione con la Dott.Fortuna Comentale.Laureata all’Uneversita` degli Studi di Napoli “Federico II”,vanta la sua partecipazione a diversi corsi,quali: Metodo “Lessac Medsen”:La voce in risonanza;Metodo “Estill Voice Craft”;”Metodo priproceptivo Elastico para el tratamento de lor trostomos de la voz” con il Dott. Alfonso Borragan Torre in Spagna. Grazie alla sua preparazione e interesse nei confronti delle voci artistiche,e alla sua disponibilita` a collaborare nel Centro Vocale di Fiano Romano,la Dott. Comentale propone un corso molto interessante per tutti i partecipanti.

Lo scopo del corso e` principalmente volto all’ascolto e auto-percezione/prioprocezione della voce. Una guida per il cantante,l’attore o chiunque voglia approfondire lo studio della propria voce,attraverso brevi descrizioni teoriche e ,soprattutto, esercizi volti alla sensibilizzazione di elementi fondamentali della fonazione quali il diaframma respiratorio e i risuonatori,sottolineando l’importanza delle norme di igiene vocale e dell’idratazione vocale. Gli esercizi proposti,moderni e dinamici,sono mirati all’importanza di un corpo meno rigido e di una voce piu` elastica,agile e libera da costrizioni,con la conseguenza di un appoggio meno rigido e piu` naturale. Viene dato,inoltre,particolare interesse alla postura,in quanto componente importante per un buon sostegno del suono e dei risuonatori,principali responsabili del timbro vocale. Fine ultimo del corso e` il raggiungimento di una vocalita` libera da rigidita` e capace di una corretta proiezioe vocale.

Il Centro Vocale e` lieto di poter dare il benvenuto a questa collaborazione e di annunciare la data del primo incontro con la Dott. Fortuna Comentale:Venrdi` 18 Ottobre ,dalle 15:00 alle 17:00,presso la sede Ritmix di Fiano Romano. Vi aspettiamo numerosi!

 

Riunione Nazionale Insegnanti La Voce

RocklandDay

Il 29 settembre a Grosseto nella sede nazionale ROCKLAND si terra la riunione nazionale degli insegnanti abilitati LA VOCE !Verra’ presentato l’anno accademico 2013/14 e comunicate le nuove iniziative per i nostri allievi nazionali.
Presentazioni dei nuovi corsi e dei nuovi servizi – riunioni – meeting – stage – dimostrazioni – liuteria ed assistenza – live music – dj set
con Pietro Foresti, Marco Caudai, Luca Capitani, Fulvio Tomaino, Lanfranco Carnacina, Elena Penzavalle, Sara Chiarei, Daniela Volpe, Riccardo Cavalieri, Leonardo Marcucci, Raffaele Boni, Emanuele Tienforti, Ilaria Palmieri, Andrea Atreio Marcucci, Enrico Rinnoci, David Gnozzi, Antonio Gargiulo, Matteo De Pietro, Massimiliano Rossi, Davide Braglia e numerosi ospiti.

Ripartiamo con muove idee e nuove energie,insieme.Sempre avanti!!!

ROCKLAND DAY!!
Una giornata interamente dedicata a tutti coloro che vivono la musica ed in particolare modo a coloro che vogliono farne una professione.

Programma della giornata

Mattina
dalle 10:00 alle 13:00
- Meeting “come migliorare l’organizzazione di un evento”
- Meeting “Stick Center Italia”
- Riunione nazionale docenti basso “Bass To Rock”
- Riunione nazionale docenti canto “La Voce Voice Academy”

Pomeriggio
dalle ore 15:00 alle ore 19:30
Sala Convegni
- Meeting “Come vivere di musica – prospettive per il 2014″ produttori incontrano band e artisti a cura di Pietro Foresti (produttore), Riccardo Cavalieri (Produttore e Musicista) e la partecipazione di David Gnozzi (Sound Engineer)

Sala 1
Sara Chiarei presenterà:
- Nuovi servizi e corsi Rockland
- Corsi professionali di chitarra con Riccardo Cavalierii, Raffaele Boni, Leonardo Marcucci
- Corsi di Chapmann Stick a cura di Andrea Atreio Marcucci
- Corsi professionali di canto a cura di Fulvio Tomaino e Daniela Volpe
- Laboratori gratuiti ASPIC dedicati a chi è interessato a dare vita alle proprie risorse e potenziare la propria efficacia professionale nelle relazioni
- Corsi professionali di basso e della nuova collana editoriale Bass To Rock edito da Carish a cura di Marco Caudai
- Presentazione dei nuovi corsi di tastiere a cura di Enrico Rinnoci
- Presentazione dei nuovi corsi professionali di batteria a cura di Luca Capitani ed Emanuele Tienforti
- Presentazione dei corsi per DJ a cura di Shaker DJ

Inoltre:
- assistenza liuteria gratuita per tutti gli iscritti Rockland a cura di Antonio Gargiulo

Sera
ore 20:30 Buffet su prenotazione c/o NSF Natural Slow Food all’interno del Centro Comnmerciale LE PALME
ore 22:00 live music c/o Bar Nirvana: jam session con tutti gli ospiti presenti
A finire DJ set

 

Ester Rossini

1173776_204957129671753_70514136_n

Ester Rossini, classe ’97, da quattro anni studia con Silvia Pellegri nella sede di La Spezia. Dotata di particolari doti vocali che l’hanno messa in luce in diversi concorsi nazionali fin da piccola, ricordiamo: Il concorso canoro legato a Miss Italia, che ha vinto tre anni fa, il concorso nazionale una Rotonda nel blu, e l’ultimo in ordine di tempo Miss New Star, che ha vinto nella sezione Stellina D’Italia, dedicata alla giovani dai 13 ai 17 anni.

Questo concorso non solo valuta l’aspetto estetico ma soprattutto le capacità vocali e di palco della partecipanti poiché è indirizzato alla scoperta di una figura artistica completa, che potrebbe essere introdotta nel mondo della televisione o del cinema.

Ester ha già un ottima dimestichezza col palco, poiché si esibisce da tempo come ospite in serate di gala e stage organizzati dall’accademia stessa.Il suo carattere caparbio, deciso, le sue doti canore e la sua umiltà, la rendono già un’ottima professionista, in grado di gestire da sola una serata .

E` con orgoglio che le facciamo i complimenti e i nostri migliori auguri per la sua carriera futura!!!

 

Fulvio Tomaino al Centro Vocale Ritmix di Fiano Romano (Rm)

Fulvio 237 X 113
Il direttore dell’Accademia Fulvio Tomaino dal prossimo anno accademico sarà tra i docenti del Centro Vocale Ritmix di Fiano Romano.
“Per noi è un grande onore (ci dice il direttore del centro Fabio de Clementi) e nello stesso tempo un piacere avere nel nostro staff didattico il direttore dell’Accademia. Solo pochi allievi riusciranno ad accedere al suo corso per via della disponibilità limitata e delle numerose richieste, ma del resto c’era da aspettarselo.
Abbiamo già avuto grandi soddisfazioni dagli allievi preparati da Moira De Santi e Elsa Baldini.
Con l’arrivo di Fulvio Tomaino, possiamo dire di aver aggiunto ulteriore qualità e peso ad una squadra già estremamente affiatata ed efficiente di altissimo livello professionale, artistico e didattico.”

LA MUSICA E` CURIOSITA`

Disegno profilo

Ci avviciniamo alla Musica, ad uno strumento, all’espressione di noi stessi attraverso esso,
perche` e` un richiamo che non riusciamo a non ascoltare: la passione per questo tipo di arte cosÏ comunicativa,
E` un istinto, un percorso che si sceglie per scoprire meglio noi stessi,
e una volonta` di esprimersi in modo diretto e sincero.
Non dovrebbe mai essere una scelta dettata dalla vanita` e dal volersi mettere in mostra.
Chi sceglie la propria voce come strumento, ha la possibilita` attraverso lo studio, di
“creare”, “modellare”, “rifinire” la propria opera, esattamente come farebbe uno scultore, un pittore,
con la sua.
La nostra voce, ovvero il mezzo attraverso il quale impariamo dalla nascita a comunicare con gli altri,
Ë quella che ci permette in maniera istintiva, di esprimere una determinata sensazione, un determinato stato d’animo.
A questo proposito mi viene in mente una frase che lessi da qualche parte tempo fa:
“La musica e` la rappresentazione sonora, simultanea, del sentimento del movimento e del movimento del sentimento”.
Mi colpi`, facendomi riflettere e ricordandomi che, per arrivare oggi,a comprenderne pienamente il significato,
ho dovuto percorrere una lunga strada. Piuttosto lunga.

Lavorando a diretto contatto con molti allievi di canto, devo dire che ho imparato molte cose.
Ogni allievo si avvicina allo studio con molto entusiasmo e voglia di imparare, e questa Ë una cosa molto bella.
I primi mesi di lezione si dedicano alla comprensione del proprio strumento, che in realt‡ Ë sempre in evoluzione
anche dopo aver appreso e solidificato la tecnica. Ed e` qui che vorrei fermarmi un attimo e ragionare con voi.
Prendiamo ad esempio un pianista, che usa le proprie mani per “creare”, “modellare”, “rifinire” le sue performances:
egli riesce a “trasferire” allo strumento, l’intenzione emotiva, attraverso la sua personale percezione di cio` che
sta suonando.
Stando cosi` le cose, verrebbe da pensare, che il cantante, avendo “incorporato” il proprio strumento, dovrebbe essere
facilitato nell’esprimersi in maniera diretta e immediata.
Ma come ben abbiamo sperimentato tutti, la maggior parte delle volte non e` cosi`.
Anzi, il fatto stesso di “non vedere” lo strumento, di non poterlo “toccare fisicamente”, ci rende piu` che mai impauriti,
incapaci di comprenderlo, e soprattutto non ci aiuta a “suonare” il nostro strumento come vorremmo.
Ecco che, partendo da questa sensazione di impotenza e quindi di non controllo, corriamo ai ripari e ci buttiamo anima e corpo
nello studio della tecnica, assetati di nozioni e desiderosi di imparare il pi˘ in fretta possibile, e spesso ci ritroviamo
a fare esercizi su esercizi, magari eseguiti non consapevolmente e quindi piuttosto inutilmente.
In realta` uno studio poco ponderato, e per ponderato intendo poco “compreso”, ma piuttosto
eseguito in modo quantitativo invece che qualitativo, rallenta i risultati e per dirla meglio,
spesso non raggiunge i risultati desiderati.
Ho notato negli anni in questo senso, che il valore,importantissimo certamente, dello studio della tecnica,
E` per molti cantanti, l’unico punto di arrivo, su cui costruiscono e basano totalmente e unicamente, la loro carriera musicale.
Ovvero per capirci: “faccio lezioni di canto, studio la tecnica, e quindi sono un cantante”.
In realta` questo modo di approccio manca di un fattore che ritengo indispensabile e cioe` la comprensione dell’indivisibile
rapporto che c’e` tra l’atto in se` stesso del cantare, e la sincerita` con cui lo si fa.
La tecnica ci porta a conoscere fisicamente il nostro strumento, e come conseguenza quindi,
ci aiuta a testare le nostre capacita`, a migliorare i nostri limiti, ad usare lo strumento nella maniera corretta
evitando di incorrere in problemi fisici alle corde vocali, ci aiuta a sostenere un ritmo elevato di concerti,
e quindi di uso “fisico”nel tempo, della nostra voce.
Ma non e` solo questo che fa la tecnica.
Studiare nel modo giusto, senza “accontentarsi” per esempio, di ripetere unicamente ore e ore di esercizi, solo perche` ci e` stato detto
che cosi` facendo, sicuramente avremo un miglioramento. E’ vero certo, ma appresa in questo modo, la tecnica rischia di restare fine a se` stessa, mentre nel frattempo invece,
il potenziale del cantante resta nascosto da qualche parte tra libri e fotocopie.
Usare la tecnica con curiosita` invece, stimola un’altro tipo di comprensione. Ovvero ci aiuta ad aprire una porta dentro noi stessi,
che mette finalmente, in diretta comunicazione, quello che abbiamo appreso attraverso lo studio, e quello che invece nessun tipo di
studio ci puo` insegnare, e sto parlando della “scoperta” della liberta` di essere totalmente sinceri nel cantare.
“Liberare la voce”non e` solo un modo di dire usato per descrivere il raggiungimento di una tecnica tale da aver eliminato tutte le tensioni fisiche,
ma sta a significare anche liberta` di “essere” musica in maniera soggettiva,spontanea e diretta ogni volta che si fa una performance.
Quando si raggiunge questo “stato di grazia”, ci si rende conto di avere superato quel “limite” che credevamo non avremmo mai raggiunto.
E per limiti intendo sia quelli direttamente legati al canto, ovvero il raggiungimento della voce libera,
ma intendo anche il superamento del limite che e` forse prima era piu` una barriera incosapevole,e cioe` il limite che c’e` tra cantare “fisicamente” e
cantare “quello che sei”.
Ma cosa si intende per “essere curiosi” nella musica?
Beh, diverse cose ma in modo particolare il mio personale suggerimento, e` quello di uscire fuori dal canone ” io sono un/una cantante pop, soul, blues e bla bla bla”,
evitate di darvi da soli un’etichetta ma piuttosto scoprite quanto e` grande il mondo della musica.
Ascoltate con curiosita` tutta la musica, soprattutto quella che per vostra cultura e per scelta non vi appartiene.
Non limitatevi a scegliere un repertorio di un unico genere sempre per gli stessi motivi di cui sopra,ma sperimentate il vostro modo di cantare brani che
non avreste mai scelto.Vi accorgerete di quanto spesso ci auto-limitiamo e restiamo invece nel “nostro” genere per evitare di metterci alla prova.
In conclusione:
Quando la tecnica aiuta veramente la “comprensione” di noi, come diretto strumento musicale e di espressione sincera, allora possiamo dire
di avere raggiunto un vero grande obiettivo.Allora possiamo veramente dire che la “gavetta”, lo studio, l’impegno, e soprattutto la “curiosita`”
verso questa comprensione, ci ha aperto la porta a quello che io chiamo “essere musica”.
E vi accorgerete che in quel momento non avrete piu` bisogno di pensare a fare la cosa giusta tecnicamente e emotivamente,
mentre state facendo la vostra performance.

Non ne avrete piu` bisogno, perche` avrete capito e riconosciuto voi stessi.

Avrete compreso che “non fate musica” ma ” siete musica”.

 

Mary Crisci

Le sedi di La Spezia e Viareggio danno il benvenuto ad Alina D’Amelia

slider_logo

Alina D’Amelia, nata Roma ma trasferitasi da breve in Garfagnana, sarà la nuova insegnante di dizione per il canto nella sedi di La Spezia, Viareggio e Garfagnana. Alina oltre ad essere un’ ottima didatta con esperienza decennale anche all’estero, è anche una cantante folk e chitarrista. E’ con grande piacere che la voce accoglie Alina nel suo organico.

Buon lavoro ad Alina e ai suoi nuovi allievi.

ACME’ festival

1173719_506124186138410_1960985848_n

2° edizione del festival della città di Sarzana dedicato alle arti sonore e visive.

Il festival avrà luogo presso la Fortezza la Cittadella di Sarzana nei giorni 6,7 e 8 settembre.

E vedrà protagonisti alcuni allievi dell’accademia, che ha sponsorizzato questo evento.

Guestbook

Lascia un commento
© Accademia La Voce